Opposizione all’esecuzione e mancata fissazione del termine per l’introduzione del giudizio di merito

Qualora il giudice dell’esecuzione definisca dinanzi a sé la causa introdotta come opposizione agli atti esecutivi, senza dare corso al giudizio di merito ai sensi dell’art. 618 cod. proc. civ, continua a leggere →

Share

Il Pubblico Ministero è legittimato ad impugnare la sentenza resa nel giudizio di falso?

Nei giudizi aventi ad oggetto querela di falso, non avendo il PM la qualità di parte, e giacché spetta al P.M. interveniente la titolarità del diritto d’impugnazione, ai sensi dell’art. continua a leggere →

Share

Decadenza dai mezzi di prova nel giudizio di opposizione allo stato passivo

L’esigenza di stretta interpretazione delle norme in materia di decadenza impone di considerare che l’art. 99 comma 1 n. 4), allorché esige «l’indicazione specifica dei mezzi di prova di cui continua a leggere →

Share

I limiti dell’effetto preclusivo del giudicato penale di assoluzione nel giudizio civile

L’effetto preclusivo del giudicato penale, espresso dalla formula “il fatto non sussiste”, si riferisce al nucleo oggettivo del reato comprensivo degli elementi che concorrono a costituirlo, quali la condotta commissiva continua a leggere →

Share

Rinnovazione dell’esame dei testimoni nel giudizio civile di appello

Il giudice di appello può disporre la rinnovazione dell’esame dei testimoni senza necessità di istanza di parte, essendo il potere di rinnovazione, previsto dall’art. 257 c.p.c. ed esercitabile anche nel continua a leggere →

Share

La compensazione delle spese legali nel giudizio di rinvio

La compensazione delle spese, in assenza di ogni dovuta esplicazione delle ragioni giustificanti una deroga al principio generale della soccombenza valutato con riferimento all’esito globale del processo, non può mai continua a leggere →

Share